Lingue straniere


corsi_lingue_small

LINGUE STRANIERE: Francese, Inglese, Spagnolo, Tedesco, Russo e, su richiesta, Arabo, Cinese, Giapponese

Consulenza e coordinamento didattico a cura della Prof. Mara Castellan

Obiettivi formativi:

I corsi riguardanti le lingue straniere prevedono diversi livelli, che vanno dal corso di “sopravvivenza linguistica” (A1-A2) a quello di conversazione, rivolto a coloro che sono già ad un livello B2-C1 e che vogliono consolidare ed ampliare le proprie competenze linguistiche per esprimersi in modo sciolto e spontaneo e saper usare la lingua straniera in modo flessibile nelle relazioni sociali e professionali.

Il primo livello si prefigge un primo approccio all’ apprendimento della lingua. Qualsiasi cittadino del mondo dovrebbe riuscire a comunicare in almeno una lingua straniera e a comprendere le intenzioni comunicative della cosiddetta “sopravvivenza linguistica”. L’obiettivo del primo corso è proprio quello del livello di “contatto” (A1) che permette una prima semplice interazione per soddisfare bisogni quotidiani di tipo concreto. Alla fine del corso di primo livello, il discente sarà in grado di porre semplici domande e di rispondere a quesiti inerenti alle esigenze di base della vita quotidiana, usando le strutture fondamentali della lingua oggetto di studio.

?Nel secondo livello (A2– livello di “sopravvivenza linguistica”) si prevede di approfondire quanto già appreso e di sviluppare in particolar modo le abilita di “listening” (ascolto) e “speaking” (produzione orale e interazione), con una continua attenzione alle competenze grammaticale e lessicale. Alla fine del secondo corso il discente sarà in grado di affrontare delle brevi conversazioni usando le fondamentali strutture grammaticali in maniera corretta, un lessico appropriato ed un’intonazione chiara. Saprà cogliere le informazioni principali in un testo orale e scritto.

??Il terzo livello offrirà l’opportunità di esercitare la comprensione e l’esposizione scritta e parlata, di approfondire le conoscenze lessicali e di esprimersi con un livello medio di controllo grammaticale in modo da raggiungere il primo livello intermedio ( B1– livello “soglia”).

Il quarto livello si prefigge di raggiungere il livello B2, un buon livello intermedio, che permette di interagire con relativa scioltezza e spontaneità in un’ampia gamma di situazioni e di esprimere opinioni su argomenti di attualità.

E’ inoltre previsto anche un quinto livello per rafforzare le competenze acquisite nel quarto livello (B2) per raggiungere un livello (B2+ – C1 livello avanzato). Tutti questi corsi hanno una durata di 30 incontri / 60 ore; a queste vanno aggiunte le ore dedicate ad attività complementari. In ogni gruppo sono presenti due insegnanti, di cui uno di madrelingua. Quest’ultimo curerà particolarmente la comunicazione orale, l’approfondimento lessicale, l’intonazione e la pronuncia. L’altro insegnante lavorerà in parallelo con il primo e curerà particolarmente la parte morfosintattica, l’ascolto, il lessico e brevi esercitazioni scritte.

Infine un corso di conversazione e di perfezionamento, offrirà agli interessati, già forniti di buone competenze linguistiche (livelli B2+ – C1), l’opportunità di esercitarsi con l’insegnante di madrelingua. Nei livelli avanzati è previsto che i docenti di madrelingua siano preferibilmente due.

L’impiego di test iniziali contribuirà a collocare i singoli corsisti nel livello più adeguato alle loro conoscenze e competenze.

Incontri di approfondimento culturale e di civiltà, aperti a tutti i livelli, contribuiranno a fornire una conoscenza più completa della lingua oggetto di studio.

Oltre ai corsi istituzionali saranno svolti corsi intensivi della durata di 4 settimane, da lunedì a giovedì, per 3 ore al giorno, per un totale di 48 ore – corsi di mantenimento di 12/20 ore – corsi dedicati alla conoscenza di base delle microlingue.

Il CEP propone anche corsi di training linguistico in preparazione alle certificazioni, da acquisire presso le agenzie straniere autorizzate.

Docenti professori: Giovanna Baumberger, Luisa Campana, Marco Prai, Ute Rindermann, Mara Castellan, Santiago Gasco Altaba, Francine Reuter, Anna Sokolkina e altri da definire.